Questa manifestazione da tempo costituisce un riferimento saldo e un appuntamento annuale per i torinesi

perché richiama l’attenzione e la partecipazione di migliaia di persone che intervengono attivamente alle iniziative offerte dal ricco programma per ascoltare, dialogare, riflettere su temi sempre stimolanti che riguardano l’essere umano, la cultura, la religione, la conoscenza, l’etica, la relazione interpersonale, il riconoscimento e la negazione di valori, diritti, bisogni, … Molte sono le attinenze con le concezioni antropologiche e la capacità dell’uomo di essere conoscente, cosciente ed autocosciente, autocritico, e trascendente.

I punti di connessione con la proposta sulla pratica del Perdono sono abbastanza diretti e negli ultimi 6 anni il contributo dell’Associazione “Università del Perdono” è riassunto nelle seguenti proposizioni in svolgimento dei temi enunciati da Torino Spiritualità:

  • ‘Il valore della scelta’: - “La scelta del Perdono”.
  • ‘Ricostruire la speranza’: -“Nessun uomo è riducibile al proprio passato: la costruzione del futuro”.
  • ‘Il cuore intelligente’: -“Le ragioni del cuore e della razionalità”.
  • ‘L’impasto umano – Fatti di terra, guardiamo le stelle-: “Eppure non c’è essere umano che non possa rivedere le stelle”.
  • ‘Piccolo me – Restare o diventare bambini’: “Infanzia tradita: da bambino abusato ad adulto abusante?”.
  • ‘Preferisco di no – Contro la morsa del mondo’: Scardinare ciò che non siamo più disposti ad accettare comporta rischi e perdite. Quali spazi e valori riteniamo irriducibili? A fronte di cosa? Quanto siamo disposti a perdere pur di combattere per salvaguardarli? C'è un limite alla negoziazione? Per avanzare occorre per forza respingere, rifiutare, sacrificare?

         

 

Altro in questa categoria:

Perdono

Non ci sono eventi per i prossimi giorni
Go to top
Template by JoomlaShine